Andrea Succi
Risparmio, Investimento, Protezione
Specialista nella gestione del patrimonio e del risparmio, responsabile della protezione delle persone. Sono un “Family Welfare”, mi prendo cura delle cose più importanti, di te e della tua famiglia.
Andrea Succi
RISPARMIO, INVESTIMENTO, PROTEZIONE
Specialista nella gestione del patrimonio e del risparmio, responsabile della protezione delle persone. Sono un “Family Welfare”, mi prendo cura delle cose più importanti, di te e della tua famiglia.
PIACERE DI CONOSCERTI, SONO ANDREA SUCCI
Il mio ruolo viene chiamato “Family Welfare”, la mia missione è fare in modo che i tuoi risparmi siano al sicuro e che possano crescere nel tempo, solo tu, con le chiavi di lettura che posso darti, puoi decidere come investirli a seconda delle tue aspettative, del tuo orizzonte temporale, della tua esperienza a riguardo e soprattutto a seconda dei tuoi obiettivi da raggiungere. Se hai un sogno o un progetto da realizzare, questo è il momento giusto per cominciare, un grande cammino è fatto di piccoli passi e soprattutto dal primo!

Inoltre sono uno specialista della protezione, insieme affronteremo la gestione dei tuoi rischi, a seconda del tuo stile di vita e della tua famiglia costruiremo insieme la protezione giusta per te in modo di saper già ora come affrontare un’eventuale malattia, infortunio, spesa medica, ricovero, stato di non autosufficienza e come proteggere al meglio chi più amiamo nei momenti più difficili.
PIACERE DI CONOSCERTI, SONO ANDREA SUCCI
Il mio ruolo viene chiamato “Family Welfare”, la mia missione è fare in modo che i tuoi risparmi siano al sicuro e che possano crescere nel tempo, solo tu, con le chiavi di lettura che posso darti, puoi decidere come investirli a seconda delle tue aspettative, del tuo orizzonte temporale, della tua esperienza a riguardo e soprattutto a seconda dei tuoi obiettivi da raggiungere. Se hai un sogno o un progetto da realizzare, questo è il momento giusto per cominciare, un grande cammino è fatto di piccoli passi e soprattutto dal primo!

Inoltre sono uno specialista della protezione, insieme affronteremo la gestione dei tuoi rischi, a seconda del tuo stile di vita e della tua famiglia costruiremo insieme la protezione giusta per te in modo di saper già ora come affrontare un’eventuale malattia, infortunio, spesa medica, ricovero, stato di non autosufficienza e come proteggere al meglio chi più amiamo nei momenti più difficili.
IL RISCHIO SI PUÒ GESTIRE, NON ANNULLARE.
Se non voglio avere un incidente in auto l’unica soluzione che ho per eliminare il rischio è non usare l’auto neanche come trasportato, se non voglio avere un infortunio sciando l’unica cosa che dovrò fare sarà rinunciare agli sci, possono essere rinunce che eliminano il rischio ma alcuni rischi purtroppo non si possono evitare. Immagina se non volessi avere un infortunio sul lavoro, che cosa dovresti fare? sarebbe bello ma purtroppo proprio non si può. Nonostante tutte le rinunce che possiamo fare nei confronti della vita, purtroppo non basteranno mai; Il rischio non dipende solo da noi, ma anche dagli altri!

Posso prendere tutte le precauzioni che voglio ma se un’auto mi tampona non posso farci niente, se qualcuno sugli sci mi viene addosso può farmi male, un collega involontariamente può danneggiarmi, posso ridurre il rischio utilizzando mezzi di protezione che mi proteggono dalla gravità del danno o di prevenzione che fanno in modo che il pericolo si presenti meno frequentemente ma con il rischio, dobbiamo convivere… quindi dobbiamo gestirlo!!
Dobbiamo conoscere i nostri rischi e sapere come gestirli, questo perchè quando capita qualcosa di avverso, fuori dal nostro controllo o anche per involontaria nostra colpa, subiamo o causiamo dei danni che possono essere anche così gravi da cambiare per sempre la nostra vita e quella degli altri.

La chiave è capire che il rischio non si può annullare ma si può gestire, possiamo decidere quanta parte di quel rischio siamo disposti a sostenere in proprio, quindi auto-assicurandoci, quanto delegare all'esterno, quindi trasferirlo ad una compagnia di assicurazione che farà arrivare tanti soldi nel momento di maggior bisogno, è fondamentale capire cosa è davvero importante tutelare.

E ricorda sempre: tutti i rischi che non si possono eliminare, tutti quelli che non si possono ulteriormente ridurre, tutto quello che non si può sostenere in proprio… allora si può assicurare!
AD OGNI COSA IL GIUSTO PESO
Qual è l’obiettivo di un’assicurazione? Coprire le piccole cose che possono succedere o le grandi cose? secondo te costa di più assicurare 5.000€ di fenomeno elettrico della vostra casa o assicurare l’intero incendio del fabbricato che ne vale 250.000€? e ancora, costa di più assicurare un grande intervento chirurgico o un intervento di appendicite?

Bisogna sapere che il costo di un’assicurazione si basa sulla frequenza con cui un evento può accadere e sulla gravità del danno che può causare, molte volte maggiore è la frequenza dell’evento e più alto è il costo assicurativo! È più probabile un fenomeno elettrico che l’intero incendio della casa e paradossalmente costa di più assicurare un fenomeno elettrico che il suo incendio. Il ragionamento ora è: quanto influisce sulla tua vita uno sbalzo elettrico che brucia la tua scheda centrale del boiler? 500€? Fa piacere che lo paghi l’assicurazione ma quei soldi davvero mettono in difficoltà tutta la tua vita? L’incendio della casa, quanto influenza sulla tua vita? Indubbiamente molto, ma molto di più. 
In sostanza il primo ruolo dell’assicurazione è quello di ripararti dalle cose più gravi e travolgenti che ti possono accadere, per fortuna sono anche quelle meno frequenti e pertanto costa meno assicurarle! È importante avere una figura che ti accompagni nel valutare i tuoi rischi, selezionare quelli potenzialmente più travolgenti, cominciare ad assicurare quelli e poi man mano assicurare i rischi più piccoli ma fastidiosi perché più frequenti fino a quelli così piccoli verso i quali ci si può autoassicurare. 

La cosa meravigliosa delle assicurazioni è che ci rende tutti ricchi nel momento in cui più ne abbiamo bisogno. Puoi permetterti di pagare un intervento chirurgico da 50.000€? Puoi ricostruire la tua casa di tasca tua a seguito di un incendio o di un forte evento atmosferico? Puoi pagare 1.000.000€ a chi hai cambiato la vita per colpa di un incidente? Si? Allora non ti assicurare, autoassicurati! Il tuo portafoglio può sostenere tutti gli eventi negativi che puoi incontrare nella vita, anche se ad un certo punto poi i soldi finiscono.. magari invece non riesci con il tuo solo portafoglio e con le tue risorse economiche che con fatica hai messo da parte a pagare il danno fatto o quello accusato? Allora assicurati, solo così puoi permetterti quantità di denaro impensabile e inaccessibile senza una semplice assicurazione.

Con le assicurazioni siamo tutti ricchi... e lo siamo proprio nel momento in cui più ne abbiamo bisogno.  
CULTURA DEL RISPARMIO E CULTURA ASSICURATIVA
E riguardo la gestione del risparmio? La tragedia è che non abbiamo cultura a riguardo, ma d'altronde non abbiamo neanche cultura assicurativa. Perché non fa parte della nostra formazione scolastica? Saremmo molto più preparati, pronti e al riparo dalle tante fregature che purtroppo ci sono. Pensa che in Germania insegnano a scuola che il 10% del proprio reddito va investito in polizze assicurative ed è normale fin da piccoli accantonare i propri risparmi per costruirsi capitali di medio termine o di lungo come la pensione, Sai cos’è una polizza LTC? Beh sappi che in Giappone il 90% delle persone ce l’ha! 

Basta vivere alla giornata e raccogliere quello che si riesce e pensare che il domani non arrivi mai.. il domani arriva ed è tutto nelle nostre mani, bisogna solo saperlo gestire!
IL RISCHIO SI PUÒ GESTIRE, NON ANNULLARE.
Se non voglio avere un incidente in auto l’unica soluzione che ho per eliminare il rischio è non usare l’auto neanche come trasportato, se non voglio avere un infortunio sciando l’unica cosa che dovrò fare sarà rinunciare agli sci, possono essere rinunce che eliminano il rischio ma alcuni rischi purtroppo non si possono evitare. Immagina se non volessi avere un infortunio sul lavoro, che cosa dovresti fare? sarebbe bello ma purtroppo proprio non si può. Nonostante tutte le rinunce che possiamo fare nei confronti della vita, purtroppo non basteranno mai; Il rischio non dipende solo da noi, ma anche dagli altri!

Posso prendere tutte le precauzioni che voglio ma se un’auto mi tampona non posso farci niente, se qualcuno sugli sci mi viene addosso può farmi male, un collega involontariamente può danneggiarmi, posso ridurre il rischio utilizzando mezzi di protezione che mi proteggono dalla gravità del danno o di prevenzione che fanno in modo che il pericolo si presenti meno frequentemente ma con il rischio, dobbiamo convivere… quindi dobbiamo gestirlo!!
Dobbiamo conoscere i nostri rischi e sapere come gestirli, questo perchè quando capita qualcosa di avverso, fuori dal nostro controllo o anche per involontaria nostra colpa, subiamo o causiamo dei danni che possono essere anche così gravi da cambiare per sempre la nostra vita e quella degli altri.

La chiave è capire che il rischio non si può annullare ma si può gestire, possiamo decidere quanta parte di quel rischio siamo disposti a sostenere in proprio, quindi auto-assicurandoci, quanto delegare all'esterno, quindi trasferirlo ad una compagnia di assicurazione che farà arrivare tanti soldi nel momento di maggior bisogno, è fondamentale capire cosa è davvero importante tutelare.

E ricorda sempre: tutti i rischi che non si possono eliminare, tutti quelli che non si possono ulteriormente ridurre, tutto quello che non si può sostenere in proprio… allora si può assicurare!
AD OGNI COSA IL GIUSTO PESO
Qual è l’obiettivo di un’assicurazione? Coprire le piccole cose che possono succedere o le grandi cose? secondo te costa di più assicurare 5.000€ di fenomeno elettrico della vostra casa o assicurare l’intero incendio del fabbricato che ne vale 250.000€? e ancora, costa di più assicurare un grande intervento chirurgico o un intervento di appendicite?

Bisogna sapere che il costo di un’assicurazione si basa sulla frequenza con cui un evento può accadere e sulla gravità del danno che può causare, molte volte maggiore è la frequenza dell’evento e più alto è il costo assicurativo! È più probabile un fenomeno elettrico che l’intero incendio della casa e paradossalmente costa di più assicurare un fenomeno elettrico che il suo incendio. Il ragionamento ora è: quanto influisce sulla tua vita uno sbalzo elettrico che brucia la tua scheda centrale del boiler? 500€? Fa piacere che lo paghi l’assicurazione ma quei soldi davvero mettono in difficoltà tutta la tua vita? L’incendio della casa, quanto influenza sulla tua vita? Indubbiamente molto, ma molto di più. 
In sostanza il primo ruolo dell’assicurazione è quello di ripararti dalle cose più gravi e travolgenti che ti possono accadere, per fortuna sono anche quelle meno frequenti e pertanto costa meno assicurarle! È importante avere una figura che ti accompagni nel valutare i tuoi rischi, selezionare quelli potenzialmente più travolgenti, cominciare ad assicurare quelli e poi man mano assicurare i rischi più piccoli ma fastidiosi perché più frequenti fino a quelli così piccoli verso i quali ci si può autoassicurare. 

La cosa meravigliosa delle assicurazioni è che ci rende tutti ricchi nel momento in cui più ne abbiamo bisogno. Puoi permetterti di pagare un intervento chirurgico da 50.000€? Puoi ricostruire la tua casa di tasca tua a seguito di un incendio o di un forte evento atmosferico? Puoi pagare 1.000.000€ a chi hai cambiato la vita per colpa di un incidente? Si? Allora non ti assicurare, autoassicurati! Il tuo portafoglio può sostenere tutti gli eventi negativi che puoi incontrare nella vita, anche se ad un certo punto poi i soldi finiscono.. magari invece non riesci con il tuo solo portafoglio e con le tue risorse economiche che con fatica hai messo da parte a pagare il danno fatto o quello accusato? Allora assicurati, solo così puoi permetterti quantità di denaro impensabile e inaccessibile senza una semplice assicurazione.

Con le assicurazioni siamo tutti ricchi... e lo siamo proprio nel momento in cui più ne abbiamo bisogno.  
CULTURA DEL RISPARMIO E CULTURA ASSICURATIVA
E riguardo la gestione del risparmio? La tragedia è che non abbiamo cultura a riguardo, ma d'altronde non abbiamo neanche cultura assicurativa. Perché non fa parte della nostra formazione scolastica? Saremmo molto più preparati, pronti e al riparo dalle tante fregature che purtroppo ci sono. Pensa che in Germania insegnano a scuola che il 10% del proprio reddito va investito in polizze assicurative ed è normale fin da piccoli accantonare i propri risparmi per costruirsi capitali di medio termine o di lungo come la pensione, Sai cos’è una polizza LTC? Beh sappi che in Giappone il 90% delle persone ce l’ha! 

Basta vivere alla giornata e raccogliere quello che si riesce e pensare che il domani non arrivi mai.. il domani arriva ed è tutto nelle nostre mani, bisogna solo saperlo gestire!
COSA DICONO I VALDOSTANI DI CALDARELLI
"È senza dubbio l'agenzia di assicurazione più organizzata di Aosta.  Lo staff è realmente preparatissimo. Riescono ad essere efficienti, anche in mezzo ad un numero impossibile da definire, di telefoni che suonano in continuazione. Propongono diverse polizze assicurative totalmente concorrenziali rispetto alle altre agenzie. Sono sicuramente la risposta migliore per le nostre esigenze. Assolutamente consigliatissimo a tutti"
- Maria Cristina Mele -
Vieni a trovarmi da Caldarelli Assicurazioni!

Oppure chiamami al numero: 347 526 6453

Oppure chiamami
al numero: 347 526 6453

Caldarelli Servizi Assicurativi S.A.S.- via Monte Grivola 43 Aosta - P.Iva 00469520076