Caldarelli

Facebook


NEWS .:. NEWS .:. NEWS .:. NEWS .:. NEWS

Da oggi il via alle domande dei "Bon de Chauffage"

01/08/2016 - ALESSANDRO MANO - LA STAMPA

AOSTA

Erede dei rimpianti «Buoni benzina», il Bon de chauffage è rimasto l’ultimo aiuto pubblico destinato su larga scala ai valdostani grazie all’autonomia. Il «buono riscaldamento», destinato a tutte le famiglie valdostane al di sotto di un limite di reddito fissato negli anni, è stato distribuito nel 2015 in 5 milioni 380 mila euro in totale, con importi di 350 o 400 euro a famiglia in base ai componenti.  

 

La stretta sui redditi  

Quest’anno, per la prima volta, il buono sarà distribuito non più in base al reddito complessivo, ma sulla base dell’Isee, l’indicatore reddituale equivalente. È probabile una stretta del numero di beneficiari, perché nel tempo molti valdostani hanno acquistato casa ed ereditato quella dei nonni, e da sempre il coefficiente Isee fa schizzare molte famiglie del ceto medio-basso a livelli alti o molto alti: i tanti immobili e i depositi bancari tra i più alti in Italia restituiscono Isee elevati anche per redditti medio-bassi. 

Per questo, la Regione in accordo con i Caf ha studiato le fasce e studiato correttivi: «Per la prima casa ci sono abbattimenti fortissimi così come se la seconda casa è un rudere - spiega l’assessore regionale alle Attività produttive ed Energia Raimondo Donzel - , se si hanno figli minori o familiari diversamente abili a carico. L’Isee è un sistema equo, non spinge di certo le persone ad approfittare dei contributi». A disposizione ci sono 5 milioni 500 mila euro in totale. L’importo distribuito sarà calcolato «a conclusione delle fasi di presentazione delle domande» e comunque sarà inferiore a 400 euro. 

 

Lo scoglio dell’Isee  

Le domande si aprono oggi: ci si rivolge al Comune di residenza. Le fasce di Isee individuate sono tre: la prima arriva a Isee fino a 6 mila euro; la seconda tra 6 e 12 mila; la terza tra 12 e 17 mila. La complicazione per le famiglie è la necessità di calcolare l’Isee e per questo per presentarle c’è tempo fino a martedì 15 novembre. Per le domande allo sportello servono l’Iban su cui accreditare il contributo, una marca da bollo da 16 euro se la domanda è la prima, l’importo esatto dell’Isee e un documento d’identità. Per chi ha già presentato domanda negli anni passati è possibili utilizzare il servizio attivato sul sito Internet della Regione www.regione.vda.it 

Ad Aosta, dove il municipio è di solito preso d’assalto nei primi giorni di presentazione delle domande, lo Sportello unico dei cittadini al pianterreno del municipio farà orari di apertura dedicata al «Bon de chauffage» nel pomeriggio: l’apertura è lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18; saranno distribuiti numeri e l’ultimo sarà consegnato alle 17,30.  


Archivio News Facebook

 

NUOVO ORARIO

01/01/2016

____ORARIO CONTINUATO____ dal lunedì al venerdì 9.15 - 16.30

maggiori informazioni
NUOVA TARIFFA KM E SERVIZI 2 RUOTE

30/06/2017

Sospendi Ciclomotori e Motocicli a TARIFFE PAZZESCHE !!!!!!!!

maggiori informazioni



 

 

Caldarelli Servizi Assicurativi S.A.S.- via Monte Grivola 43 Aosta - P.Iva 00469520076
tel. 0165.554060 - Fax 0165.216211 - -

Informativa Privacy - Cookie policy - area riservata